Reggio Emilia

“Penso a Reggio come al bene comune, una città di qualità, una città delle persone” – cosi Graziano Delrio, Sindaco della città la definisce: Reggio Emilia, comune italiano di oltre 170.000 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia in Emilia-Romagna, una città all’avanguardia e a misura d’uomo. Ai primi posti nelle classifiche sulla qualità della vita, Reggio ha in Italia tra i più alti tassi d’occupazione ed export e, grazie ai numerosi settori produttivi, è una città in continua crescita economica.

Reggio Emilia, città delle persone, è aperta, multiculturale, sostenibile. Chiave dello sviluppo di tutte le componenti cittadine e punto centrale del tessuto sociale è l’esperienza pedagogica dei nidi e delle scuole dell’infanzia, riconosciuta e studiata a livello internazionale/in tutto il mondo.

Le politiche della città, in questi 50 anni, sono sempre state orientate a rispondere al diritto all’educazione come diritto primario di tutti i bambini a partire fin dai primi anni di vita. L’esperienza educativa di Reggio Emilia nasce alla fine della Seconda Guerra Mondiale: la volontà/la sfida dei cittadini fu quella di costruire una nuova cultura più rispettosa dell’uomo, della donna, a partire dai dall’infanzia, costruendo e gestendo direttamente scuole per i più piccoli. Un’esperienza di gestione diretta di scuole, che coinvolse l’intera popolazione del territorio, insieme alle forze sociali e politiche, soprattutto femminili.

In virtù di questo valore, che viene da una lunga storia partecipata, l’Amministrazione Comunale di Reggio Emilia ha costruito nel tempo un sistema pubblico integrato di servizi educativi per bambini da 0/6 anni che vede il Comune collaborare con lo Stato, il privato sociale (cooperative), le scuole di ispirazione cattolica e ha esteso il concetto di sistema integrato anche alle politiche educative per la scuola dell’obbligo, con la creazione del Servizio Officina Educativa che mette in sinergia i differenti servizi che il Comune rivolge ai ragazzi dai 6 ai 14 anni.

Il Comune di Reggio Emilia ha scelto l’educazione come competenza strategica della città, chiave per lo sviluppo economico, sociale, culturale investendo anche sul progetto del Centro Internazionale Loris Malaguzzi, luogo dedicato all’incontro di quanti, in Italia e nel mondo, intendono innovare l’educazione; un luogo internazionale aperto al futuro, a tutte le età, alle differenti culture.

Questa voce è stata pubblicata in Reggio Emilia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *